Strasburgo approva il bilancio Ue

Via libera dal Parlamento europeo al bilancio Ue da 169,5 miliardi di euro per il 2022. Gli eurodeputati hanno approvato con 550 voti favorevoli 77 contrari e 62 astenuti il bilancio annuale e hanno ottenuto un aumento di 479,1 milioni di euro rispetto alla cifra inizialmente proposta dalla Commissione europea per i finanziamenti, i programmi e le politiche Ue. Gli aumenti più significativi voluti dagli eurodeputati sono relativi allo strumento di vicinato e cooperazione, Global Europe, a cui andranno 190 milioni di euro in più, destinati in particolare alla lotta alla pandemia ed alla distribuzione dei vaccini. Altri beneficiari degli aumenti sono il programma di ricerca Horizon Europe, che vede il suo bilancio crescere di 100 milioni di euro, il programma Life per l'ambiente, che guadagna 47,5 milioni di euro, Erasmus+, con un aumento di 35 milioni di euro, Eu4Health il cui fondo per salute dell'Ue aumenta di 51 milioni di euro e i programmi Mercato Unico e Europa Creativa che crescono rispettivamente di 30 e 5 milioni di euro.

Trasporto stradale, più sicurezza nei parcheggi 

In una risoluzione sulla sicurezza dei parcheggi per camion nell’Ue, adottata con 31 voti a favore e 1 contrario, la Commissione per le petizioni del Parlamento europeo chiede un maggiore coordinamento tra gli Stati membri per affrontare la criminalità contro gli autisti e il loro carico e un aumento dei finanziamenti per migliorare le strutture. I deputati considerano le condizioni di sicurezza dei parcheggi per camion nel territorio comunitario allarmante e la loro capacità insufficiente, soprattutto se si considera che il settore sta soffrendo di una grave carenza di autisti.   Il testo chiede finanziamenti per creare più capacità di parcheggio e migliorare le strutture già esistenti. Inoltre, chiede alla Commissione di mobilitare finanziamenti dai fondi strutturali e d’investimento europei e dal Meccanismo per collegare l'Europa, e di considerare le revisioni del regolamento dell'UE sullo sviluppo della sua rete di trasporto transfrontaliera, TEN-T. Oltre a migliorare le infrastrutture dei parcheggi per camion, l’UE dovrebbe anche introdurre strumenti per gli autisti per denunciare il crimine alle autorità senza barriere linguistiche e di consentire di trovare e prenotare  aree di parcheggio sicure. Secondo il rapporto 2021 di Europol sulla criminalità grave e organizzata, la criminalità che colpisce le merci durante il trasporto o lo stoccaggio ha causato perdite per 75 milioni di euro nel 2019.

Consultazione sui combustibili green

Si è conclusa la consultazione pubblica avviata dalla Commissione europea al fine di raccogliere le opinioni degli stakeholders in merito alla creazione di una nuova alleanza industriale incentrata sull’aumento dell’offerta e dell’accessibilità dei combustibili liquidi e gassosi rinnovabili e a basse emissioni di carbonio. L’iniziativa, parte del “pacchetto Fit-for-55”, ha riguardato, nello specifico, anche le iniziative “RefuelEU Aviation” e “FuelEU Maritime” per la proposta di un quadro normativo comune europeo per aumentare la quota di combustibili rinnovabili e a basse emissioni di carbonio nel mix di combustibili del trasporto aereo e marittimo internazionale, senza creare ostacoli al mercato unico.

BERS finanzia terminal di Kocaeli

La Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) ha concesso un prestito da 8,5 milioni di dollari a Altintel Liman ve Terminal Işletmeleri, terminal del porto rinfuse di Kocaeli, in Turchia, per rendere più green le sue attività. L’investimento finanzierà la costruzione e l'installazione di 18 serbatoi di stoccaggio chimico e le relative infrastrutture portando la capacità totale di rinfuse liquide del porto da 23.164 m³ a 105.600 m³. Le nuove strutture saranno utilizzate per la movimentazione e lo stoccaggio di materie prime per i beni di consumo, le vernici e i rivestimenti, i prodotti farmaceutici, l'agricoltura, l'edilizia, l'elettronica e l'industria automobilistica. Un sistema di sensori moderno, automatizzato e digitale gestirà le operazioni migliorando il risparmio energetico e dei costi. 

Dieci nuovi partenariati per rispondere alle sfide globali

Il Consiglio dell’Ue ha dato il via libera all’Atto di base unico, un regolamento volto a facilitare il lancio di nove nuovi partenariati tra l’Unione, gli Stati membri e/o l’industria, mirante a fornire risposte comuni innovative alle sfide globali in materia di salute, tecnologia e clima. Inoltre, il Consiglio ha adottato una decisione sulla partecipazione a un 10º partenariato per aumentare gli investimenti nella ricerca e nelle capacità metrologiche, favorendo così lo sviluppo di prodotti innovativi in questo campo. La decisione fa seguito alla della Commissione di febbraio volta ad accelerare la transizione verso un’Europa verde, climaticamente neutra e digitale e a rafforzare la resilienza e la competitività dell'industria europea. L’UE erogherà quasi 10 miliardi di euro di finanziamenti a titolo del programma Orizzonte Europa, mentre i partner contribuiranno con investimenti per un importo almeno equivalente. Questo contributo combinato mobiliterà ulteriori investimenti nei settori della sanità, dei trasporti, dell’energia, della tecnologia digitale e della metrologia e farà nascere posti di lavoro. Si prevede che tale crescita produrrà un impatto positivo a lungo termine sull'ambiente e sulla società. Per i 10 nuovi partenariati europei inizia ora la fase di elaborazione e di attuazione, che prevede l’assunzione di personale, la nomina di organi consultivi e la preparazione dei programmi di lavoro. Una volta ultimata questa fase, verranno pubblicati nuovi inviti a presentare proposte per selezionare e finanziare progetti di ricerca e innovazione in funzione dei rispettivi obiettivi.