FERROVIENORD e Hitachi Rail STS SpA hanno sottoscritto - nell’ambito di un Accordo Quadro stipulato a settembre 2018 - il terzo contratto applicativo per la fornitura di 50 treni “Caravaggio” ad Alta Capacità per il servizio ferroviario regionale per un importo di 451.850.000 euro. Si tratta di 40 treni a configurazione lunga (5 casse) e 10 a configurazione corta (4 casse). Grazie a precedenti contratti erano già stati ordinati altri 55 treni ad Alta Capacità: 30 a configurazione corta (21 già consegnati e in esercizio), 20 a configurazione lunga (inizio consegne a dicembre 2021) oltre a 5 “Rock” (tutti in esercizio). 


Programma regione Lombardia - La firma di questo terzo contratto applicativo rientra nel programma di rinnovo della flotta dei treni di Regione Lombardia che prevede in totale 222 nuovi convogli per uno stanziamento complessivo di 1,958 miliardi di euro: 1,607 miliardi del programma approvato nel 2017 e aggiornato nel 2019 (176 treni, di cui 105 ad alta capacità) più 351 milioni aggiunti con la delibera del 17 marzo 2021, con cui è stato deciso l’acquisto di altri 46 convogli, 26 “Caravaggio” ad alta capacità (10 aeroportuali per Malpensa a configurazione lunga e 16 aeroportuali per Bergamo a configurazione corta) e 20 “Donizetti” a media capacità (contratto applicativo firmato a marzo 2021).
Consegne – La consegna dei treni acquistati con questo terzo contratto applicativo è prevista da ottobre 2022 a ottobre 2024. I veicoli saranno costruiti negli stabilimenti Hitachi Rail di Napoli e Reggio Calabria.


“Gli investimenti regionali – commentano il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi - si stanno progressivamente concretizzando: 36 nuovi treni acquistati da Regione Lombardia sono già in funzione sulle linee lombarde. A conclusione del piano di consegne complessivo, i convogli del servizio ferroviario regionale avranno un’età media di 12 anni: sarà il valore più basso mai raggiunto in Lombardia. Questa operazione consente di rinnovare la parte vetusta della flotta ereditata dallo Stato centrale. Nessuna Regione ha investito tanto da questo punto di vista. L’obiettivo è efficientare il trasporto ferroviario. Offrire treni nuovi e all’avanguardia significa migliorare l’esperienza di viaggio degli utenti e gli sforzi di Regione Lombardia stanno andando convintamente in questa direzione”.  
 “Prosegue il percorso di radicale rinnovamento della flotta di Trenord avviato dal 2017 grazie ai finanziamenti e alle indicazioni di Regione Lombardia – spiega il presidente di FNM Andrea Gibelli – I nuovi treni stanno progressivamente entrando in servizio portando benefici tangibili in termini di qualità del servizio e comfort, senza dimenticare il contributo sul fronte della sostenibilità. I nuovi convogli garantiscono una significativa riduzione dei consumi e sono quasi interamente realizzati con materiali riciclabili”. 


“Stiamo svolgendo un lavoro intenso per assicurare la corretta ed efficiente gestione delle forniture  – sottolinea il presidente di FERROVIENORD Paolo Nozza – Siamo orgogliosi di contribuire alla concreta realizzazione della grande operazione promossa dalla Regione per migliorare il servizio ferroviario in Lombardia”. 


“La presenza delle nostre moderne flotte in Lombardia è motivo di grande orgoglio per il nostro business e siamo lieti di questo nuovo ordine – afferma il Responsabile del Sales & Projects Rolling Stock Italia di Hitachi Rail Andrea Pepi - Con i nostri treni puntiamo ad incrementare la mobilità sostenibile fornendo prodotti che incoraggino le persone a passare dall’auto privata al trasporto pubblico in linea con la nostra strategia di decarbonizzazione”.


Tecnologie e sicurezza – Sul fronte tecnologie e sicurezza, da segnalare la presenza di: illuminazione LED, Wi-Fi, prese 220V e USB, sistema informazione a passeggeri, misuratore energia, conta-persone, telecamere laterali e frontali, telediagnostica da remoto, videosorveglianza intelligente con tecnologia “Anomalous Behavior detection”. I convogli saranno inoltre dotati del più moderno e avanzato sistema di sicurezza ERTMS/ETCS che, oltre a garantire elevatissimi standard di sicurezza, permetterà di incrementare la capacità di traffico sulle linee ferroviarie.


Accessibilità e benefici ambientali - L’accessibilità per le persone a mobilità ridotta è resa agevole dalla presenza di pedane mobili che compensano la distanza tra porta e banchina. Quanto ai benefici ambientali, è da sottolineare la riduzione del 30% dei consumi di energia elettrica, la riduzione della rumorosità, il recupero di energia elettrica in frenatura, l’utilizzo di materiali innovativi che permettono la riduzione del peso ed elevati tassi di riutilizzabilità (96%) e biodegradabilità (95%). Presenti anche postazioni per le biciclette e prese elettriche per la ricarica delle e-bike. 


FNM è il principale Gruppo integrato nella mobilità sostenibile in Lombardia. Rappresenta il primo polo in Italia che unisce la gestione delle infrastrutture ferroviarie alla mobilità su gomma e alla gestione delle infrastrutture autostradali con l’obiettivo di proporre un modello innovativo di governo della domanda e dell’offerta di mobilità, improntato alla ottimizzazione dei flussi e alla sostenibilità ambientale ed economica. È uno dei principali investitori non statali italiani del settore. FNM S.p.A. è una società per azioni quotata in Borsa dal 1926. L’azionista di maggioranza è Regione Lombardia, che detiene il 57,57% del pacchetto azionario.


Controllata al 100% da FNM, FERROVIENORD gestisce in Lombardia 331 km di rete e 124 stazioni dislocate su cinque linee nelle province di Milano, Brescia, Como, Monza e Brianza, Novara e Varese. Accanto all’attività legata alla circolazione dei treni, FERROVIENORD si occupa della manutenzione ordinaria e straordinaria della rete, del suo adeguamento, dell’attivazione di nuovi impianti e dei lavori di potenziamento.


Hitachi Rail è global provider di soluzioni ferroviarie per il materiale rotabile, il segnalamento, l’assistenza, la manutenzione, la tecnologia digitale e i progetti chiavi in mano. È presente in 38 Paesi su tre continenti e con oltre 12.000 dipendenti, la mission è quella di contribuire alla società attraverso lo sviluppo di soluzioni avanzate per il trasporto ferroviario. Facendo leva su tecnologie all’avanguardia e sulle attività di ricerca e sviluppo del Gruppo Hitachi, si propongono innovazioni e soluzioni leader del settore in grado di offrire valore ai clienti nonché sistemi ferroviari sostenibili a beneficio delle società.

Stefania Vergani