Agenzia delle Dogane – Assoporti per il rilancio dei traffici
L’Agenzia Dogane e Monopoli e Assoporti hanno sottoscritto un accordo per il rilancio della competitività del sistema portuale e logistico nazionale e lo sviluppo dei traffici. Lo scopo dell’intesa è quello di favorire gli operatori e le imprese del settore mediante il coordinamento e la costituzione di tavoli tecnici (TAAP), il riconoscimento di benefici fiscali e le semplificazioni operative. Tra gli strumenti individuati: la digitalizzazione delle procedure doganali nelle aree portuali con particolare attenzione a quelle relative all'import/export, agli adempimenti doganali connessi all’entrata/uscita delle merci, all’imbarco/sbarco, agli adempimenti e condizioni connessi al pagamento e alla riscossione delle tasse portuali e di ancoraggio, attraverso la standardizzazione delle relative modalità operative. Prevista anche l’istituzione di una cabina di regia composta da un rappresentante per ognuna delle due parti con i rappresentanti delle singole Autorità di Sistema Portuale.

A Napoli l’installazione del primo di otto scrubber per GNV
GNV ha completato l’installazione e l’attivazione dell’impianto scrubber sulla prima delle otto navi sulle quali è prevista questa tipologia di intervento, finalizzata a migliorare l’impatto ambientale dei traghetti grazie all’abbattimento dell’80% delle emissioni di ossidi di zolfo provenienti dai gas di scarico rispetto agli attuali limiti di legge (da 0,5% a 0,1%), e da 15 a 35 volte rispetto alle precedenti disposizioni normative (variabili tra 1,5% e 3,5%). Il completamento dei lavori sulle altre sette unità GNV è previsto entro la prima metà del 2021 e comporterà, nel complesso, un investimento pari a circa 90 milioni destinato a rendere più “green” la flotta di GNV. I lavori di installazione sulla M/n Majestic dell’impianto di abbattimento delle emissioni di tipo “DeepBlue LAB Full Hybrid” sono stati realizzati a Napoli, presso i cantieri della “Nuova Meccanica Navale”, azienda partenopea con oltre 50 anni di esperienza nella riparazione, conversione e manutenzione navale e industriale. Nell’installazione sono state impegnate circa 120 lavoratori al giorno, per oltre 150 mila ore di lavoro e 18 mila metri lineari di cavi posati, quasi 1.700 metri lineari di tubazioni in vetroresina e acciaio, 400 metri quadri di coibentazione e circa 270 tonnellate di ferro lavorato.

Antitrust apre istruttoria su Caronte & Tourist
L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha avviato un’istruttoria nei confronti della Caronte & Tourist per accertare se la compagnia, applichi prezzi e condizioni contrattuali eccessivamente onerosi, violando in tal modo la prescrizione di cui all'art. 3, comma 1, lett. a) della legge n.287/90. L’Authority ha sottolineato come la compagnia si trova in posizione dominante nello Stretto di Messina nel trasporto marittimo di passeggeri con mezzi gommati al seguito e di mezzi commerciali con conducente e si presenta quale monopolista di fatto sulla rotta Villa San Giovanni - Messina Rada San Francesco. L’AGCM ha reso noto che ad una prima analisi emergerebbe, in particolare, come Caronte & Tourist pratichi prezzi alti e significativamente superiori rispetto a quelli praticati da altri operatori, oltretutto non parametrati rispetto agli ipotizzabili costi di svolgimento del servizio. Tali prezzi risulterebbero particolarmente discriminatori nei confronti dei passeggeri con auto al seguito che viaggiano da soli, giacché il prezzo pagato per un passaggio con auto risulta identico sia che a viaggiare sia un solo passeggero sia cinque.

Ristrutturazione del debito per Perseveranza
Conclusa l’operazione di ristrutturazione del debito del gruppo Perseveranza Spa di Navigazione. Lo ha annunciato Finav, fondo per la gestione di crediti nel settore dello shipping gestito dall’asset manager irlandese Davy Global Fund Management, con l’advisory di Pillarstone Italy e Dea Capital Alternative Funds SGR. La compagnia opera attualmente con una flotta di otto bulkcarrier e crude oil e product tankers. In base all’accordo, i maggiori creditori Finav - Pillarstone e Dea Capital Alternative Funds SGR diventeranno proprietari di sette navi rinfusiere e cisterniere che garantivano i rispettivi crediti e che resteranno per un periodo in gestione al gruppo armatoriale partenopeo. Previsto anche il trasferimento da un lato di quattro navi a Finav, che ad oggi gestisce asset per un controvalore di oltre 500 milioni di dollari nei confronti di nove società armatoriali italiane, e dall'altro di tre navi a DeA CCR Shipping che ha in gestione 200 milioni di dollari nei confronti di otto società armatoriali.


Con PASS4CORE 1350 piazzole certificate per l’autotrasporto
Un consorzio con capofila A4 Trading e la partecipazione di concessionarie autostradali (A4 Trading e CAV, Concessioni Autostradali Venete), interporti (Consorzio ZAI Interporto Quadrante Europa di Verona, Interporto Padova, Cepim Interporto di Parma, Interporto Centro Italia Orte, Interporto Toscano Vespucci di Livorno), un aeroporto (SEA Società per Azioni Esercizi Aeroportuali) e operatori privati (Cooperativa Porta Bagagli Padova srl, Costruzioni San Michele srl e GRIM srl) ha presentato il progetto PASS4CORE, con l’obiettivo di ampliare l’offerta di aree sosta per il trasporto su gomma e rendere le piazzole sicure e certificate. L’iniziativa sarà finanziata per il 20% dall’Ue negli interventi infrastrutturali per un totale di 5,5 milioni di euro a cui si aggiungono 21,5 milioni di euro stanziati dai partecipanti al consorzio. Partner istituzionale è invece il MIT attraverso il Comitato Centrale dell’Albo Autotrasportatori e RAM Logistica Infrastrutture e Trasporti. Gli interventi prevedono la realizzazione di circa 1.350 parcheggi per mezzi pesanti in 13 punti nevralgici della logistica, riqualificando oltre 300.000 m2 di aree dedicate a questo scopo.

Accordo Confetra - CLAAI
La Confederazione Generale Italiana dei Trasporti e della Logistica (Confetra) ha concordato l’avvio di una collaborazione nel campo della logistica e del trasporto merci con la CLAAI - Confederazione artigiana che conta migliaia di imprese, riunite in associazione dal 1954 e con circa 80 sedi territoriali, e che è una delle più autorevoli voci delle PMI del settore autotrasporto. Obiettivo della partnership la valorizzazione e lo sviluppo a rete per l’intera filiera dei servizi della logistica e del trasporto alla luce delle istanze del mondo artigiano, tra i maggiori protagonisti del comparto autotrasporto in Italia. Tra i dossier aperti: rinnovo del Ccnl di settore, proposte per Recovery Found e Logistica, monitoraggio sull’attuazione di Italia Veloce, iter parlamentare del decreto-legge Semplificazioni. Nell’ambito di Confetra il comparto dell’autotrasporto è già rappresentato in tutte le sue articolazioni attraverso Fedit (corrieri), Trasporto Unito, AITI (traslocatori) e AITE ( trasporti eccezionali).

Matthieu Gasselin nuovo Ad di Sogemar
Il consiglio di amministrazione di Sogemar Spa nominerà Matthieu Gasselin nuovo Amministratore Delegato del Gruppo Sogemar a decorrere dal 1 Settembre 2020. Gasselin, 46 anni, nato in Francia, succede a Sebastiano Grasso, che è stato alla guida del Gruppo Sogemar negli ultimi 20 anni. Gasselin ha ricoperto numerosi incarichi internazionali in ruoli dirigenziali, di cui diversi anni presso CNH Industrial e successivamente presso BCUBE, come Direttore Generale della Business Unit Trasporti.

Gli effetti del lockdown sui traffici dell’Interporto di Bologna
Nel mese di giugno 2020 il traffico generato in ingresso ed in uscita dall’interporto di Bologna risulta in ripresa rispetto al mese scorso, sia a livello stradale sia ferroviario. La dinamica congiunturale, infatti, risulta in aumento soprattutto per quanto riguarda il numero dei treni che cresce del 22%. Bene anche i carri ferroviari che, rispetto a maggio 2020, sono aumentati del 13%. Il cumulato del primo semestre 2020 riflette chiaramente gli effetti derivati dal lockdown. A livello stradale emerge un calo del 9% rispetto al primo semestre dello scorso anno. Il comparto ferroviario, però, si conferma un settore consolidato. Nonostante il periodo, si registra una crescita del numero dei treni pari al 7% rispetto al primo semestre 2019.

Nuovi vertici per CEPIM – Interporto di Parma
Gianpaolo Serpagli e il dirigente dell’Eni Massimo Bechi sono stati nominati rispettivamente presidente e amministratore delegato di CePIM (Centro Padano Interscambio Merci ) - Interporto di Parma. Il nuovo consiglio di amministrazione della società include tre nuovi consiglieri: Massimo Bechi, Marzio Benecchi e Marco Damonte in sostituzione dei dimissionari Luigi Capitani, Guglielmo Moscaritolo ed Emiliano Occhi.

RFI, parte la Verona - Vicenza
Rete Ferroviaria Italiana ha siglato l’accordo che affida al General Contractor Iricav Due il primo lotto funzionale del nuovo tracciato ferroviario Verona - Vicenza, per un investimento di oltre 2,7 miliardi di euro. Il progetto rappresenta la prima fase realizzativa dei tre lotti funzionali della linea AV/AC Verona – Padova e il proseguimento della Brescia – Verona, in corso di realizzazione. Il nuovo tracciato, la cui attivazione è prevista entro il 2027, collegherà le aree urbane di Verona e Vicenza, contribuendo ulteriormente al potenziamento del sistema ferroviario nazionale. La nuova infrastruttura favorirà la mobilità sostenibile promuovendo sempre più l’utilizzo del treno, a vantaggio anche dello shift modale da gomma a ferro nel settore merci, con benefici in termini di impatto ambientale e tasso di incidentalità associata alla mobilità stradale. La nuova linea consentirà inoltre di incrementare l’offerta di trasporto alta velocità lungo la direttrice orizzontale Milano – Venezia, parte integrante del Corridoio europeo TEN-T Mediterraneo, garantendo una migliore separazione dei flussi di traffico, con un conseguente incremento della capacità e della regolarità del servizio, riduzione dei tempi di viaggio e aumento della frequenza dei treni.

Mercitalia Shunting & Terminal gestirà i servizi nel “nodo di La Spezia
La società del Polo Mercitalia (Gruppo FS Italiane), specializzata nelle attività di primo e ultimo miglio, si è aggiudicata, in raggruppamento temporaneo d’imprese con l’operatore La Spezia Shunting Railways, la procedura per l’affidamento dei servizi di gestore unico del comprensorio ferroviario di La Spezia. Nell’affidamento sono anche previsti i servizi di manovra nell’area portuale e i collegamenti via treno tra il porto di La Spezia e le stazioni di via treno tra il porto di La Spezia e le stazioni di Marittima, Migliarina e Santo Stefano di Magra. Il bando di gara era stato pubblicato lo scorso 20 febbraio dall’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale. L’aggiudicazione, attualmente provvisoria, prevede la concessione al raggruppamento, di cui Mercitalia Shunting & Terminal è mandataria, per cinque anni, con opzione di rinnovo per ulteriori tre anni, e un importo complessivo di 40 milioni di euro.