SETTEMBRE 2019 PAG. 4 - NEWS DALL'ITALIA







Fiumicino, DHL autorizzata allo stoccaggio di prodotti farmaceutici
DHL ha ottenuta dalla Regione Lazio l’autorizzazione per l’utilizzo del deposito di Roma Fiumicino per lo stoccaggio e la distribuzione di prodotti farmaceutici. La nuova sede, attiva da fine agosto, si estende su un’area di 522 metri quadri e presenta le caratteristiche essenziali per rispondere adeguatamente alle normative vigenti ed essere compliant alle certificazioni e normative che riguardano lo stock dei farmaci: è dotato infatti di due celle a temperatura controllata, una da 15°a 25° e l’altra da -8°a 2° C. Inoltre, secondo quanto richiesto dall’atto di autorizzazione, nel deposito DHL Global Forwarding la persona Responsabile di sede è una figura professionale qualificata con laurea specialistica in Farmacia o Chimica e Tecnologie Farmaceutiche; si occupa, tra le altre cose, di gestire i rapporti con l’Agenzia Italiana del Farmaco AIFA, ASL e altri enti, assicurare il rispetto delle norme di buona fabbricazione GMP in Officina farmaceutica, garantire la corretta documentazione delle operazioni eseguite durante i processi di lavorazione, rilasciare i lotti di prodotto lavorati, gestire eventuali richiami, reclami e non conformità. La logistica di un deposito farmaceutico risulta particolarmente complessa e articolata per via degli elevati standard qualitativi richiesti, la presenza necessaria di personale addetto qualificato per la corretta conservazione dei farmaci, oltre al mantenimento della cold supply-chain: alla base ci deve essere una struttura organizzativa efficiente per garantire che il prodotto consegnato mantenga la sua qualità e integrità e rimanga all’interno della filiera farmaceutica durante lo stoccaggio e poi il trasporto.

Provincia di Bolzano, incentivi allo shift intermodale
Per il periodo da metà settembre a fine anno la Provincia autonoma di Bolzano ha messo a disposizione 1,5 milioni di euro per il trasferimento del trasporto merci dalla strada alla ferrovia, nella modalita trasporto combinato accompagnato e non accompagnato sulla tratta Brennero-Salorno. I fondi stanziati per l’analoga iniziativa dell’anno scorso sono stati interamente utilizzati. In particolare, sono stati erogati contributi per 137.729 unità di trasporto intermodale non accompagnato (9,14 euro ciascuna, per una spesa di 1,25 milioni di euro). Per la cosiddetta autostrada viaggiante (Ro La) sono pervenute domande per 6.600 unità. L’importo massimo per ciascuna unità è di 19 euro, e il finanziamento complessivo di 125.400. euro.

Nuovo CRM per Arpa Puglia
ARPA Puglia ha inaugurato il Centro Regionale Mare (CRM), un’unità operativa complessa che svolgerà attività di alto livello tecnico, con riferimento all’intero territorio regionale e alle peculiarità dell’ambiente marino che lo contraddistingue. La Puglia, con i suoi 1000 km di costa, sia sul versante jonico che adriatico, è al terzo posto in ambito nazionale, dopo le isole maggiori, per estensione lineare. La presenza, inoltre, di molteplici e diversificati ambiti a elevata valenza ambientale e di pressioni antropiche di differente livello quali-quantitativo, rendono necessari sia un adeguato monitoraggio ma soprattutto un approccio olistico per la gestione del sistema “mare” nel suo complesso.

SACE, buoni segnali dall’export della Campania
L’export campano continua a crescere cogliendo le opportunità offerte dai mercati esteri, sia quelli avanzati sia quelli emergenti. Nel 2018 il valore dell’export di beni è stato di 10,8 miliardi, +2,1% rispetto all’anno precedente. Un trend positivo che si è confermato anche nei primi mesi del 2019 segnando un +6,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con ottime performance in comparti come la farmaceutica (+51,4%) e mezzi di trasporto (+11,5%). È quanto emerge da “Export Karma”, l’ultimo Rapporto Export a cura del Polo SACE SIMEST che delinea il quadro dell’export regionale italiano alla luce delle tensioni geopolitiche in molti paesi emergenti e dell’escalation protezionistica. La Campania si conferma la prima regione esportatrice del Mezzogiorno. Stando allo spaccato settoriale circa un quarto del totale esportazioni è rappresentato da prodotti del settore alimentari e bevande, per un valore di  2,7 miliardi nel 2018, registrando un +0,9%. Significativi sono gli aumenti registrati nella farmaceutica (+7,4%, per quasi 1 miliardo) e degli apparecchi elettrici (+8,1%, € 597,5 milioni). Tra i settori che hanno guidato la crescita delle esportazioni oltre ad alimentari e bevande, segnaliamo anche mezzi di trasporto e prodotti in metallo che insieme costituiscono la metà del totale delle vendite di beni sui mercati esteri. SACE SIMEST ha individuato i mercati più promettenti per ciascun settore di punta dell’export campano. Per quanto riguarda la farmaceutica si segnalano Cina e Repubblica Ceca: entrambi hanno registrato importanti tassi di crescita, rispettivamente del 20,4% e del 5,5%. Per il settore alimentari e bevande, invece, il Giappone è cresciuto dello 0,9% e il Brasile del 12,9%. Infine, per il settore degli apparecchi elettrici, SACE SIMEST suggerisce la Polonia, cresciuta dell’8,8% e la Corea del Sud (+24,1%).

Potenziata la tratta intermodale Rotterdam – Busto Arsizio
L’operatore svizzero Huoac ha ristrutturato il collegamento tra Rotterdam e Busto Arsizio per potenziare il servizio tra i due terminal Botlek e Rail Service Center RSC nel porto olandese e accrescere la sua flessibilità. La nuova articolazione prevede due partenze giornaliere da e per il terminal RSC ed una partenza giornaliera da e per Botlek, per un totale settimanale di 12 treni presso RSC, sei presso Botlek e 12 presso il terminal italiano di Busto Arsizio. 

Niente porti italiani nel servizio EMX
La compagnia di navigazione tedesca Hapag-Lloyd eliminerà dal prossimo 27 ottobre (ultimo scalo con la CPO Baltimore) il porto di Salerno dalla rotazione del servizio Europe Mediterranean Express (EMX). Dopo l’eliminazione del porto di Cagliari (ultimo scalo lo scorso 2 giugno) e l’inserimento del porto turco di Aliaga il nuovo servizio EMX, che collega Nord Europa e Mediterraneo, seguirà i seguenti scali: Felixtowe, Amburgo, Anversa, Pireo, Istanbul, Izmit, Izmir, Aliaga, Felixstowe.

Saras, servizio bunkeraggio a Cagliari e Sarroch
Sono iniziate le operazioni per la commercializzazione diretta  di combustibili navali (bunkeraggio) presso specifiche aree dedicate dei porti di Sarroch e Cagliari da parte di Saras. La società offre la gamma completa dei combustibili marini: oltre al MDO (marine diesel oil) e ai combustibili tradizionali sarà, infatti, fornito il nuovo olio combustibile ecologico a bassissimo tenore di zolfo (max 0.5% come da ultime specifiche IMO 2020), tutti prodotti localmente presso la raffineria Sarlux. “Il rifornimento – spiega una nota – verrà effettuato con una modernissima nave, la “M/T Atlantic”, dotata di tutti i più avanzati apparati di sicurezza e con un equipaggio appositamente addestrato, al fine di offrire le massime garanzie di operare nel pieno rispetto dell’ambiente”. Il servizio è configurato per soddisfare i bisogni delle navi in arrivo e partenza dai porti isolani nonché per offrire ulteriori possibilità di rifornimento alle numerose navi che transitano lungo il Canale di Sicilia ed il Tirreno. 

Gotelli per il rilancio internazionale di Polo Mercitalia
Gian Paolo Gotelli è stato nominato amministratore delegato della TX Logistik AG, società del Polo Mercitalia - gruppo FS Italiane, una delle principali imprese ferroviarie merci in Germania, operativa in diversi Paesi europei con oltre 20mila treni effettuati ogni anno. Il gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha specificato che a Gotelli, che vanta una pluriennale esperienza nel settore del trasporto ferroviario delle merci fatta nel gruppo FS Italiane, è stato affidato il compito di risanare e rilanciare il gruppo TX Logistik, per farlo diventare il pilastro fondamentale dello sviluppo internazionale del Polo Mercitalia.

Porti liguri, una cabina di regia per le criticità meteo
Affidare la verifica delle condizioni di sicurezza nei porti liguri durante i periodi di maltempo non più, come avviene oggi, ai terminalisti ma ad una specifica cabina di regia. È quanto proposto dalla Fit Cisl Liguria che auspica meccanismi più efficienti per garantire la sicurezza dei lavoratori in merito alle problematiche legate a condizioni di allerta meteo nelle aree di competenza delle Autorità di Sistema del Mar Ligure Occidentale. A questo proposito è in fase di ultimazione un primo documento denominato “linee di indirizzo per la gestione delle situazioni di emergenza conseguenti ad avverse condizioni meteo” relativo al solo porto di Genova. L’iniziativa nasce dalla crisi scatenata lo scorso 29 ottobre 2018 e punta a un “controllo mirato e capillare di tutto il territorio di competenza attraverso una regia pubblica degli enti, in primis di Autorità di Sistema Portuale, Capitaneria e Arpal come previsore che monitori l’evolvere delle condizioni meteo prima e durante le allerta meteo, al fine di poter decidere l’operatività o meno degli scali e dei terminal”. 

MIT, conclusa la consultazione sul regolamento di attuazione del Codice Appalti
Si è chiusa la consultazione pubblica on-line avviata dal MIT sulla stesura del Regolamento di attuazione del Codice dei contratti pubblici. Sono circa 600 i contributi arrivati, di cui il 48,42% da parte di operatori del settore, il 38,64% da parte di associazioni di categoria e il 12,94% da parte di istituzioni. La macroarea sottoposta a consultazione che ha ricevuto più contributi, soprattutto da parte di operatori del settore, è quella relativa a nomina, ruolo e compiti del responsabile di procedimento. “Si ricorda – sottolinea una nota – che è stato il decreto Sblocca cantieri, in adesione al risultato della precedente consultazione pubblica sul Codice, che ha previsto un unico regolamento recante disposizioni di esecuzione, attuazione e integrazione del Codice, in materia di: nomina, ruolo e compiti del responsabile del procedimento; progettazione di lavori, servizi e forniture, e verifica del progetto; sistema di qualificazione e requisiti degli esecutori di lavori e dei contraenti generali; procedure di affidamento e realizzazione dei contratti di lavori, servizi e forniture di importo inferiore alle soglie comunitarie; direzione dei lavori e dell’esecuzione; esecuzione dei contratti di lavori, servizi e forniture, contabilità, sospensioni e penali; collaudo e verifica di conformità; affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria e relativi requisiti degli operatori economici; lavori riguardanti i beni culturali”.