Nel corso dell’ultimo anno, il Consorzio Global è stato spesso al centro dell’attenzione mediatica della Regione Liguria e del panorama nazionale per l’innovativa idea di bando, realizzata a Genova con l’Accademia della Marina Mercantile, su un corso di formazione rivolto agli autisti professionali di veicoli industriali. L’iniziativa, già nel corso della primavera del 2021, ha visto l’adesione delle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti della Liguria, e di aziende di autotrasporto con sede in Liguria, fra cui Autamarocchi, Cattadori e Damonte Trasporti per offrire un contatto diretto con il mondo del lavoro. L’obietto è quello di sviluppare nuove modalità di occupazione, sviluppo sostenibile e crescita personale per i giovani in cerca di nuovi lavori nel mondo della logistica e del trasporto intermodale. “Il progetto affronta una piaga che affligge il settore dell’autotrasporto alla costante ricerca di personale viaggiante. Il rischio oggi è che manchi il ricambio generazionale, che il mercato si svuoti quando i conducenti oggi in forze andranno in pensione”, dichiarò in una recente conferenza stampa Davide Falteri, presidente del Consorzio Global. 


La formazione innovativa è considerata una priorità per il Consorzio Global affinché il mondo della logistica italiana possa davvero incontrare, incrociare e crescere con i processi di digitalizzazione del settore. Una comunità tra tutti gli operatori della filiera della logistica, del trasporto e dello shipping per diffondere la cultura digitale. 


 La formazione logistica necessita di nuove prerogative con l’entrata in scena delle moderne novità tecnologiche che possono rivoluzionare il settore, con la finalità di semplificare e ottimizzare i processi di lavoro attraverso la nuova tecnologia 5G e IOT, la protezione dei sistemi informatici, la Cyber Security per proteggere la sicurezza in azienda da insidie e attacchi digitali, la contaminazione di idee e buone prassi rivolte all’innovazione d’impresa, l’applicazione di use cases aziendali per favorire lo sviluppo digitale e quindi la creazione di network e opportunità tra le aziende della filiera per creare ulteriore valore. 


Il Consorzio Global e la sua rete sono promotori di un nuovo modo di fare formazione, vicina al mondo del lavoro e ai fabbisogni di crescita espressi dalle imprese della filiera del Trasporto. La direzione del Consorzio è consapevole di dover partecipare alla creazione di un sistema logistico intermodale innovativo che possa avviare una trasformazione che coinvolgerà le imprese e le istituzioni, innescando anche un cambiamento nel mondo associativo rispetto alla grande sfida che l’Europa ha lanciato alle nostre istituzioni politiche, e che il Governo ha rilanciato, con gli obiettivi individuati sulla logistica dal PNRR, ma anche con le nuove dinamiche politiche sulla transizione energetica. Una visione ben riassunta da Davide Falteri, Presidente del Consorzio Global e Presidente di Federlogistica Liguria che ha descritto, nel corso degli ultimi anni, le novità del settore, evidenziando che “è necessario un protocollo comune tra il mondo del commercio e gli anelli della filiera della supply chain per investire risorse in modo condiviso. Tra gli obiettivi da intraprendere vi saranno la semplificazione dei processi di lavoro, la protezione dei sistemi informatici, la contaminazione di idee e buone prassi rivolte all’innovazione d’impresa”. Diffondere la cultura digitale nel mondo del trasporto e della logistica è una priorità che può innescarsi solo con una corretta e moderna formazione degli operatori ed esperti del settore. Il mondo della formazione e della crescita delle competenze risulta essere centrale per affrontare le nuove dinamiche della logistica internazionale e del commercio estero, per tutti gli operatori del settore logistico e anche per gli operatori, i consulenti e i protagonisti dell’export e del commercio estero.

Domenico Letizia