Molto intensa l’attività dell’Associazione dei Porti Italiani in questo scorcio di fine anno; ultimamente l’Assoporti ha dato pieno sostegno alla proposta di semplificazione delle procedure e della normativa riguardante le Zone Economiche Speciali (ZES) e le Zone Logistiche Speciali (ZLS), inviata dalle Regioni e dalle Autorità di Sistema Portuale del Sud, al Ministro del Sud e della Coesione Territoriale, Giuseppe Provenzano.

La proposta prevede una significativa semplificazione, riducendo al minimo i permessi e le autorizzazioni necessarie alle imprese che si insedieranno nelle aree ZES e ZLS.

A firmare il pacchetto, oltre alla Regione Molise che l’ha trasmessa formalmente al Ministro, le Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Marche, Puglia, Sardegna e Sicilia e tutte le Autorità di Sistema Portuale presenti in queste aree.

“Assoporti sostiene totalmente la proposta inviata al Ministro Provenzano e ritiene sia la strada giusta per rendere efficaci la ZES e la ZLS - ha dichiarato il Presidente di Assoporti, Daniele Rossi - Riteniamo essenziale iniziare un percorso di semplificazione normativa per consentire lo sviluppo infrastrutturale necessario per la crescita della competitività logistica e portuale del Paese.”

Nei giorni scorsi si è inoltre tenuta l’assemblea degli associati a Venezia come segnale di solidarietà allo scalo dopo il maltempo che ha colpito così intensamente: l’Assemblea si è tenuta per la prima volta all’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale – Porti di Venezia e Chioggia. Una decisione condivisa dai Presidenti degli altri scali italiani, che deriva dalla volontà di dimostrare la propria vicinanza alla città lagunare, dopo la mareggiata eccezionale che l’ha colpita. I presidenti hanno colto l’occasione per esprimere solidarietà anche alla città di Genova e al suo porto, ugualmente flagellata dal maltempo. Unico assente all’adunanza, infatti, il Presidente Paolo Signorini che stava affrontando diverse difficoltà dovute al maltempo, che hanno compromesso la viabilità portuale.

All’ordine del giorno la richiesta di adesione dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto all’Associazione, subito accolta all’unanimità dall’Assemblea che ha dato il benvenuto al Presidente, Mario Paolo Mega quale nuovo associato. L’Assemblea ha altresì confermato la fiducia al Segretario Generale, Oliviero Giannotti, rinnovandogli il mandato.

In discussione anche diversi temi rilevanti sia per l’organizzazione dell’Associazione che per il sistema dei porti italiani. Sono stati concordati, infatti, deleghe che saranno date ai Presidenti delle AdSP, per supportare il Presidente Daniele Rossi nelle strategie associative. Tra i vari punti all’ordine del giorno, anche il tema della tassazione dei porti sui cui l’Unione Europea ha concentrato la propria attenzione.

“Stiamo ricompattando l’Associazione grazie ad un lavoro propositivo e di riorganizzazione”, ha commentato il Presidente di Assoporti Daniele Rossi, in riferimento al rientro dello scalo siciliano. Ha poi proseguito: “E’ stata una bella giornata di intenso lavoro, che ci ha consentito anche di testimoniare la nostra vicinanza ai porti di Genova e Venezia per le difficoltà di questo momento”.

Un’altra iniziativa di Assoporti è stata considerata un buon esempio di promozione della cultura e identità portuale: si tratta di “Italian Port Days” inserita tra i buoni esempi dell’Agenda 2030 AIVP.L’iniziativa promossa da Assoporti e portata avanti con successo da quasi tutte le realtà portuali italiane è stata considerata un buon esempio di promozione della cultura portuale a livello internazionale. A valutare così questo progetto è stata l’AIVP (Associazione Internazionale Porti-Città) che l’ha inserita tra le iniziative internazionali di rilievo nella propria agenda 2030.
I contenuti dell’agenda 2030 sono stati lanciati nel mese di giugno 2018, prendendo spunto da quella adottata dalle Nazioni Unite nel 2015 sugli obiettivi di sviluppo sostenibile.

“Assoporti ha lanciato Italian Port Days quest’anno per la prima volta, ideando un logo, uno slogan e un’idea progettuale comune per tutta la portualità italiana che si è aperta ai territori negli stessi giorni,” ha commentato il Presidente Daniele Rossi dopo aver appreso la notizia.
                                                                                                                                          RedMar